Le fonti del conflitto

valanga

Una valanga che non ferma la Comunità

in Difesa acqua/News

La comunità di San Antonio, Municipio di Inzà, diapartimento del Cauca in Colombia, è anche luogo di due progetti di Yaku, “Agua Justicia y Paz” e “5 Escuelas por el Agua”. Nella notte di martedì 28 è sembrata venire giù la montagna. Una delegazione di Yaku era a San Antonio per un incontro con i professori delle scuole comunitarie locali per il progetto “5 escuelas”. La pioggia in questi giorni in alcune zone della Colombia ha preso le connotazione di un vero e proprio diluvio: colpa del Nino dicono i metereologi e ovviamente dei cambiamenti climatici. Intorno alle 3 di notte un rombo ha svegliato la comunità e la popolazione ha iniziato a correre fuori dalle case per mettersi in salvo nei caseggiati più a valle. Ci siamo ritrovati ospiti nella casa di una contadina, stretti al buio, con cani, conigli, e quanto ognuno era riuscito a portare via dalle loro abitazioni. Fortunatamente la valanga di fango e detriti si è fermata poco prima del centro abitato. Non ci sono feriti. Yaku ha fatto ritorno a Bogotà viaggiando la notte stessa con una robusta Chiva – tipico mezzo di trasporto colombiano – che ha fatto slalom tra tronchi d’albero e piccole frane che interrompevano la strada fino a La Plata. Da lì tutto molto più facile fino a  Bogotà. A San Antonio i danni alle infrastrutture sono ingenti. Al momento la comunità è senza energia elettrica e acqua potabile. Due ponti sono crollati, e le colture di caffè di cui si sostiene la popolazione sono ampiamente danneggiate. Nei prossimi mesi si valuterà con i progetti “5 escuelas” e “Agua Justicia y Paz” la possibilità di intervenire per sostenere una popolazone duramente colpita dal conflitto armato e adesso anche dai cambiamenti climatici.

Ultimi da Difesa acqua

Torna Su